VOLONTÀ E DESIDERIO: IL CAMBIAMENTO PARTE DA NOI

Il primo passo per il cambiamento è la intima decisione di cambiare, è la scelta tra varie alternative contraddittorie che ogni percorso racchiude in sé.

 

Dopo momenti difficili, in cui ci sembra di non avere ragioni per andare avanti, dove tutto ci annoia, ci sembra privo di senso e ci opprime, si fa strada, a fatica, con mille ripensamenti il desiderio di cambiare, la voglia di maggiore autonomia, di pensiero indipendente, di ripensare alla propria vita e avviare un percorso di maggiore consapevolezza di sé e maggiore comprensione dell’ altro.

Un percorso, quindi, all’interno che porti, non solo, all’autoriflessione rispetto ad abitudini, idee fisse, condizionamenti, ma ad una maggiore integrazione, una diminuzione della conflittualità ed uno sguardo diverso, più conciliante verso l’altro, di maggiore energia verso la vita e le sue opportunità, uno sguardo che porta in sé l’abbandono di atteggiamenti immaturi e autoreferenziali sostituiti da atteggiamenti maturi e maggiormente ricchi di senso.

Il primo passo per il cambiamento è la intima decisione di cambiare, è la scelta tra varie alternative contraddittorie che ogni percorso racchiude in sé.

Tutto questo richiede volontà e desiderio del cambiamento, sono queste le spinte necessarie, tutto parte da noi stessi, siamo noi il motore del nostro cambiamento, solo noi possiamo riconoscere e poi esprimere le potenzialità che teniamo chiuse in noi per timore dell’altro, del suo giudizio, per paura, paradossalmente, del cambiamento stesso.

Non c’è cambiamento che non passi attraverso la solitudine, ma è solo nel silenzio che possiamo dialogare con noi stessi, riconoscere i nostri desideri, i nostri bisogni, riconoscere quella parte celata di noi che attende di essere svelata.

Volgiamo, perciò, uno sguardo all’interno, scopriamo cosa in esso è presente, se siamo donne ripeschiamo in noi la forza per riprendere il cammino dove lo abbiamo interrotto, riprendiamo in mano la nostra vita superando e liberandoci dai pregiudizi, dai luoghi comuni e ripartiamo.

La donna ha in sé la forza creatrice e il coraggio per ripartire, a qualsiasi età, ha anche la forza di rigenerarsi e sa, dal suo profondo, di essere in grado di bastare a se stessa, sa di essere in grado di superare momenti bui, di rotture, di fallimenti, di abbandoni, di inadeguatezza sa, di poter ricominciare, non nega o nasconde il dolore della ripresa, non nasconde la fatica della ri-nascita e riesce a ri-trovare se stessa.

Daniela Bernardi 

Miriam
miriam.cesari@casadellascolto.it